Sicurezza

azienda

Sicurezza

Gas naturale … meglio se puzza un po'

Il Gas Naturale puro è praticamente inodore.
Per la sicurezza di chi lo usa, il Metano prima di essere immesso nelle reti di distribuzione cittadine viene addizionato con sostanze – tetraidrotiofene (THT) o miscele di mercaptani – che gli conferiscono il suo caratteristico odore.
Questo per consentirci di rilevare ad esempio, se un rubinetto è stato lasciato aperto.
Le sostanze odorizzanti sono inerti rispetto al processo ed alla resa energetica e non danneggiano né le tubazioni né tantomeno gli apparecchi utilizzatori.
Al fine di garantire la facile individuazione della presenza di gas naturale, periodicamente il tasso di odorizzazione viene sottoposto a controllo.

Gesam Gas & Luce comunica alcuni accorgimenti ai fini della Sicurezza del tuo impianto

È opportuno acquistare apparecchi (caldaia, stufa, cucina a gas) che recano il marchio CE; la marchiatura CE è obbligatoria e significa che l’apparecchio è stato collaudato secondo la direttiva europea 90/396/CEE e che la sua produzione è stata controllata nei modi prescritti dalla Direttiva stessa. Le apparecchiature devono sempre essere tarate per il tipo di gas utilizzato, e dettagliati nelle norme europee UNI EN. La conformità a queste norme europee è sinonimo non solo di Qualità ma soprattutto di Sicurezza! Nel locale in cui è installato un generatore di calore (scaldabagno, caldaia, cucina, ecc.) è obbligatorio, per la corretta aerazione, praticare un’apertura collegata direttamente con l’esterno.

  • La canna fumaria non deve essere in muratura tradizionale ma rivestita internamente di materiale apposito impermeabile (mai di plastica!) resistente alla temperatura ed alle condense. Inoltre è necessario far controllare la canna fumaria facendola ripulire periodicamente da un installatore qualificato.
  • Fai controllare la tua caldaia: è obbligatorio e tutela la tua sicurezza!
  • Effettua controlli periodici da tecnici specializzati su tutto l’impianto e le apparecchiature a gas, garantendo adeguata aerazione, idoneo tiraggio e tenuta dell’impianto. Al termine del controllo, richiedi il rilascio di una dichiarazione che attesti che i lavori sono stati eseguiti a norma di legge e con materiali e apparecchi conformi alle normative vigenti.
  • Spurga l’aria dai radiatori per tenerli sempre alla massima efficienza. L’aria presente nelle tubazioni dell’impianto tende a depositarsi nei radiatori impedendone il corretto funzionamento.
  • Chiudi il rubinetto principale del gas quando in casa non c’è nessuno. Controlla che le tubature di gomma non siano screpolate, deformate, o scadute. Il tubo di gomma che collega la cucina al rubinetto del gas non deve mai essere danneggiato o deformato, non deve trovarsi vicino a pareti surriscaldate, qualora presenti tagli o indurimenti deve essere subito sostituito. Nei punti di attacco devono essere inserite le fascette di sicurezza. Per gli elettrodomestici incassati, non può essere usato un tubo di gomma, ma un attacco rigido con tubo flessibile in acciaio inossidabile. Non avvicinare materiali infiammabili vicino ai fornelli. Sorveglia le pentole evitando che liquidi fuoriescano e spengano la fiamma, o che i grassi vi si accumulino.
  • Nel caso il fornello sia vicino ad una finestra, assicurati che la tenda non vada troppo vicino alla fiamma; è opportuno tenere le tende aperte davanti ai caloriferi per evitare che il calore sia respinto verso l’esterno.